Paranoie Comiche

Paranoie Comiche

La comicità italiana, per quanto possa sembrare strano, si è ibridata con la preoccupazione ansiogena. È successo negli ultimi 10/15 anni grazie al sopravvento del cabaret televisivo. Un’ondata di stupidità pseudo commerciale ha travolto i cuori e le menti degli artisti. Contro di essa ognuno ha combattuto come poteva, a volte con eroismo, altre con rassegnazione. Lo sketch televisivo, il tormentone ripetuto tre volte, il buffo costume, il giudizio mutevole dei capi e dei sottocapi sono diventate entità imposte dall’alto e quasi ineludibili; si sono piantate nell’animo diventando difficilissime da estirpare.

Paranoie Comiche racconta tutto ciò attraverso un’attrice comica molto preparata che, però, si deve piegare alle logiche bizzarre della comicità televisiva, accumulando esperienze surreali e giungendo alla dispersione della propria sensibilità artistica. La storia inizia quando sembra essere arrivata la “trasmissione di qualità” tanto attesa. Intanto si aprono i flashback delle delusioni tragicomiche del passato.

con Stefania Carcupino
di Roberto Gavelli
regia Davide Colavini
organizzazione Dario Onofrio

2016 (reg. 923629A)

Scheda Organizza
Tweet about this on TwitterShare on FacebookEmail this to someoneShare on Google+